Festival Beat, al via mercoledì 28 giugno

Prenderà il via oggi, mercoledì 28 giugno, la 25esima edizione del Festival Beat. La kermesse musicale, promossa dall’associazione Bus1 con il supporto del Comune di Salsomaggiore Terme, animerà la cittadina termale sino a domenica 2 luglio: nei cinque giorni si trasformerà, infatti, in un’autentica cittadella vintage grazie a concerti, mostre tematiche, dj set, feste in piscina, presentazioni di libri che culmineranno nelle esibizioni nell’area live di Ponte Ghiara.

“Quest’anno – ha spiegato l’assessore alla cultura di Salsomaggiore Terme Daniela Isetti – la manifestazione vedrà un’internazionalità senza precedenti”. “Sì – ha rimarcato il direttore artistico della manifestazione Gianni Fuso Nerini -, mai come quest’anno abbiamo avuto tante adesioni dall’estero: ci sono presenze da tutta Europa oltre che dagli Usa, Messico, Giappone. E’ sempre stato il nostro obiettivo, quello che vogliamo ottenere: attirare a Salsomaggiore gente da tutto il mondo”.

Merito del cartellone che vanta nomi di culto dell’ambito musicale beat, garage, underground che culmineranno, venerdì 30 giugno e lunedì 1 luglio, nelle due serate di concerti nell’area live di Ponte Ghiara, alle porte di Salsomaggiore.

“Si esibiranno, nell’unica data in Europa – ha continuato evidenziando le band di punta di questa edizione – i californiani Mummies ovvero la frat-rock band per antonomasia, culto assoluto per almeno due generazioni di garagers”. Si tratta di una band estremamente attesa, che si è esibita, per l’ultima volta nel nostro Paese, nel 1994.

“Tornerà al Festival Beat, 17 anni dopo la sua apparizione con i Solarflares, anche uno dei più grandi talenti del rock inglese: Graham Day che ha attraversato gli ultimi 35 anni da sovrano del garage-beat. Con lui, nei Forefathers, il “fratello” Allan Crockford (bassista dei Prisoners) e Wolf Howard, altra leggenda del medway sound”.

“Estremamente attese anche giapponesi 5, 6, 7, 8’s; band al femminile che il regista Quentin Tarantino ha voluto nel suo film di maggior successo, “Kill Bill”. Da Detroit arriverà, poi, a Salsomaggiore Terme la band garage punk con venature blues Gories, formazione cardine e seminale per tutto il new Detroit-sound, autentica ispirazione e apripista per White Stripes e gruppi simili”.

Domani il Festival partirà alle 18,30, con l’aperitivo al Mad Cafè di viale Romagnosi 5. In serata, alle 21.30, si terrà il concerto dei Pretty Face; mentre alle 23,30, a La taverna Club si terrà l’After Live Allnight Party animato dalla Festival Beat djs Crew. Il programma completo è consultabile sul sito www.festivalbeat.net.

“Il Festival Beat – ha concluso il sindaco Filippo Fritelli – è diventato un evento di richiamo di grande livello. Tra gli aspetti positivi evidenzio il suo radicamento in città, il vivere e riscoprire diversi luoghi e locali per poi giungere nell’area live di Ponte Ghiara”. “C’è un forte connubio con la rete cittadina e con le strutture termali: il Festival Beat ha, quindi, un forte valore turistico per Salsomaggiore”. “Salsomaggiore – ha chiosato – vuole bene al Festival. Vogliamo che il 25esimo anno sia un passaggio: lavoriamo perché la manifestazione rimanga qui, sia un momento di grande importanza e di respiro internazionale”.